🚚 Spedizione gratuita per ordini superiori a 35€ in Italia e 70€ in Europa

Alla scoperta del tè “masala chai” indiano

È una delle bevande più indicate per i freddi mesi invernali, compreso il periodo natalizio, grazie alla sua dolcezza e all’inconfondibile sapore speziato. Considerato praticamente come la bevanda nazionale indiana e ormai diffuso in tutto il mondo, la sua origine si perde nella notte dei tempi. Stiamo parlando del masala chai, il tè indiano che ha conquistato un po’ tutti. Ne parliamo in questo articolo!

Masala Chai: cos’è?


Tè nero indiano Masala Chai

Molto probabilmente ti è già capitato di sentir parlare di masala chai, di chai latte o di tè chai. Facciamo subito un po’ di chiarezza: “chai” è la parola usata in India per indicare il tè, quindi il termine “tè chai” contiene una ripetizione. “Masala” è invece il termine usato per indicare una miscela di spezie. Il masala chai, per semplificare al massimo, può quindi essere definito come un tè speziato.

Chai Latte

Il Masala Chai Una viene molto spesso servito con del latte bollente e dello zucchero: si ottiene in questo modo una bevanda dolce e cremosa chiamata Chai Latte, una vera delizia!

Ora che abbiamo fatto un po’ di chiarezza sui termini, possiamo addentrarci in questo mondo partendo dall’origine del masala chai.

Masala Chai: l'origine


Preparazione Masala Chai

Come accennato, il masala chai è un particolare tipo di tè indiano la cui origine è da ricercarsi in una bevanda speziata diffusa da millenni: si dice che l’antenato del masala chai sia nato 5.000 anni fa (se non addirittura 9.000 anni fa!). Quel che pare certo è che all’inizio si trattasse di un infuso composto da un mix di spezie ma privo di tè: un po' come la nostra Tisana Ayurvedica in vendita online sul sito di Dhyāna Tea. Usato in origine anche come rimedio ayurvedico, questo infuso divenne masala chai, quindi una bevanda a base di tè, solo nel 19º secolo, quando gli inglesi contribuirono alla diffusione delle piantagioni di tè in India, come abbiamo spiegato nel nostro approfondimento dedicato alla storia del tè. Inizialmente il tè era molto costoso e non era quindi una bevanda del popolo, ma gradualmente cominciò a diffondersi anche presso le fasce di popolazione più basse, che aggiunsero al semplice tè spezie e latte anche per bilanciarne i costi. Il masala chai diventò quindi sempre più diffuso in India, tanto da essere servito per le strade e nei treni, oltre che - ovviamente - nelle abitazioni private. Usato per accompagnare sia cibi salati che dolci, servito caldo ma anche freddo, il masala chai viene oggi bevuto dagli indiani più volte al giorno e anche all’estero ha conosciuto un successo non indifferente, travalicando così i confini nazionali.

Masala chai: la ricetta

Ingredienti

Abbiamo detto che il masala chai è un mix di tè, spezie e latte, ma quali sono gli ingredienti precisi e in cosa consiste la preparazione? Innanzitutto, il tè: alla base ci deve essere un ottimo tè nero, preferibilmente forte (per non “scomparire” in confronto alle spezie). Per quanto riguarda le spezie, il mix può variare in base ai gusti e alle stagioni (ed è per questo che in India potrebbe capitarti di assaggiare molti masala chai tutti diversi tra di loro) ma fra gli ingredienti che non possono mancare figurano la cannella, il cardamomo e lo zenzero, ai quali si possono aggiungere pepe nero, chiodi di garofano, anice stellato o semi di finocchio.


Preparazione Masala Chai

Ricetta originale...

Veniamo ora alla ricetta originale del masala chai: si parte dal tritare lo zenzero e pestare i semi di cardamomo per poi far bollire tutte le spezie nell’acqua. Una volta raggiunto il bollore, si può abbassare la fiamma e lasciare sobbollire per circa un quarto d’ora. Si aggiunge poi il tè e si lascia in infusione per altri 2-3 minuti, quindi si può aggiungere il latte bollente. A questo punto sarà sufficiente filtrare il tutto e servire in tazza. La cannella dà un tocco di dolcezza al tutto, ma a piacere si può aggiungere dello zucchero. Se vuoi imitare le mosse dei “chaiwala”, ossia i venditori di masala chai indiani, puoi provare a versarlo “a cascata” da una tazza all’altra, tecnica che permette di ottenere la tipica “schiuma” del chai latte. Attenzione però a non scottarti!

...e preparazione veloce!

Per facilitarti il compito, abbiamo pensato a una preparazione più semplice: sul sito di Dhyāna Tea puoi trovare il Tè Indiano Masala Chai, una miscela di tè nero indiano e spezie già confezionata in comodi filtri piramidali biodegradabili e compostabili. Metti un filtro in infusione per 3-5 minuti, quindi versaci un goccio di latte e ... preparati per viaggiare in India!

Tè Chai: quali sono i benefici?

Come accennato in precedenza, in origine il masala chai era diffuso anche per le sue proprietà ayurvediche. Come amiamo spesso ripetere, i tè e le tisane non possono fare miracoli, ma gli ingredienti contenuti nelle singole miscele, e quindi anche nel masala chai, possono contribuire al nostro benessere. Lo zenzero, per esempio, aiuta la digestione e contribuisce a diminuire il senso di nausea, mentre il cardamomo è utile per combattere tosse e raffreddore.

A noi però piace pensare al masala chai come a una perfetta coccola invernale in grado di scaldarci e darci il buon umore nei mesi invernali. Provare per credere!

© Riproduzione riservata

Lascia un commento