Spedizione gratuita per ordini superiori a 35€ - Ottieni il 10% di sconto

Collezione: Tè Verde

non ossidati tradizionalmente prodotti in Cina e Giappone. Sono sempre più apprezzati anche in Occidente soprattutto per i benefici sulla salute. Il loro sapore è fresco, vegetale, erbaceo. Provali puri o aromatizzati.

Acquista i nostri tè verdi online e scopri la qualità del tè in foglia!


22 prodotti

Origine del tè verde

Il tè verde
viene tradizionalmente prodotto in Cina e Giappone. Oggi è sempre
più apprezzato anche in Occidente ed è conosciuto soprattutto grazie ai suoi benefici
sulla salute
. Come tutte le altre tipologie di tè si ottiene a partire
dalle foglie della Camellia Sinensis, che subiscono un particolare
trattamento per prevenire l’ossidazione delle foglie stesse, che così
preservano il colore verde e le proprietà benefiche.

Differenze tra tè verde e tè nero

La particolarità
del tè verde è quella di essere l’unica tipologia di tè le cui foglie non
sono ossidate
. Infatti il tè nero, a differenza del tè verde, subisce una
specifica fase di ossidazione in cui le foglie scuriscono e modificano la loro struttura.
Le foglie di tè verde vengono invece preventivamente riscaldate e questo
passaggio serve a impedire che si inneschi l’ossidazione delle foglie quando
vengono esposte all’aria. Per questo motivo le foglie mantengono il colore
verde brillante
e preservano meglio il loro potere antiossidante.

Lavorazione del the verde

Vediamo dunque
quali sono le principali fasi di lavorazione del tè verde:

Appassimento: è una fase rapida che serve a fare perdere alle foglie l’acqua in eccesso. Può essere condotta lasciando riposare le foglie all’ombra per qualche ora oppure meccanicamente.

Riscaldamento: questa fase serve a bloccare l’ossidazione delle foglie ed è una peculiarità dei tè verdi. Può essere condotta tramite una cottura a secco (metodo utilizzato soprattutto in Cina) oppure tramite una cottura a vapore (tipica dei tè verdi giapponesi).

Arrotolamento: con l’arrotolamento delle foglie vengono sprigionati gli oli aromatici che caratterizzano il sapore del tè verde. Può essere svolto a mano oppure tramite l’utilizzo di appositi macchinari.

Essiccazione: questa fase serve a stabilizzare gli oli aromatici sprigionati durante la rullatura. Può avvenire all’aria aperta o con l’ausilio di essiccatori.

Che gusto ha il tè verde

Il tè verde si
differenzia dal tè nero per il suo sapore fresco, vegetale, erbaceo.
Questo è dovuto al processo di lavorazione che previene l’ossidazione delle
foglie mantenendone l’originaria freschezza.

Tipologie di tè verde

Esistono davvero
tantissime tipologie di tè verde che si differenziano nel sapore e nella
forma che viene data alle foglie nella fase di rullatura. Ogni zona del mondo
in cui si produce tè verde ha sviluppato nei secoli le proprie tecniche per
produrre varietà diversissime tra loro. Anche il periodo di raccolta è
determinante per la qualità del prodotto finale. Ecco alcuni esempi dei più
famosi tè verdi:

Matcha, il tè
verde giapponese più famoso e potente antiossidante;

Bancha,
Sencha, Gyokuro, altri famosissimi tè verdi giapponesi;

Hojicha e
Kukicha, tè verdi giapponesi tostati;

Genmaicha, tè verde
giapponese con riso soffiato;

Long Jing, Bi Luo
Chun
, Anji Bai Cha, Tai Ping Hou Kui, Mao Feng, tra i più famosi tè verdi
cinesi.

Negli ultimi anni anche
altri Paesi hanno iniziato a produrre tè verde, come l’India, il Nepal e lo Sri
Lanka.

Benefici del te verde

Nella tradizione
cinese
il tè è da sempre considerato una bevanda con proprietà
disintossicanti e stimolanti. Gli studi più moderni hanno confermato la presenza
di polifenoli all’interno del tè
, in particolare le catechine, che svolgono
una preziosa azione antiossidante proteggendo le cellule del nostro organismo
dai danni e dall’invecchiamento. È stato dimostrato che il tè verde contiene
una maggiore quantità di catechine
rispetto al tè nero, quindi ha un potere
antiossidante
più elevato. Questo perché non subisce il processo di
ossidazione del tè nero, che trasforma alcune catechine in altri composti.

Il tè verde viene
inoltre considerato un buon alleato contro l’insorgere di malattie
cardiovascolari
e per il controllo della glicemia.

Il tè verde stimola la diuresi, favorendo l'eliminazione dei liquidi in eccesso e delle tossine. Il tè verde ha quindi proprietà drenanti e detox.

Infine il tè verde fa bene per la digestione grazie alla caffeina e alle catechine che stimolano la produzione dei succhi gastrici e favoriscono la peristalsi intestinale, quindi la digestione del cibo. Va in ogni caso precisato che nei soggetti che soffrono di gastrite o reflusso è meglio evitare l’eccessiva assunzione di tè verde poiché potrebbe causare irritazione e acidità allo stomaco.

Scopri tutti i benefici del tè verde per la salute sul nostro blog.

Il tè verde fa dimagrire?

Ed eccoci alla
questione più dibattuta. Il tè verde fa davvero dimagrire?

Alcuni studi
hanno dimostrato che si ha un minore assorbimento dei grassi assumendo
verde dopo i pasti
. Può sicuramente essere considerato un valido alleato
per la perdita di peso nell’ambito di un’alimentazione sana e regolare attività
fisica. Non è dunque una cura miracolosa per il dimagrimento.

Trattandosi di
una bevanda con bassissimo contenuto calorico, il tè verde può essere
assunto in grandi quantità. Generalmente fino a 1 litro al giorno non ci
sono problemi con la quantità di caffeina assunta. Questa indicazione è valida per le persone che non sono eccessivamente sensibili a questa sostanza e senza associare questa quantità
di tè al consumo di caffè. Tuttavia non esiste una quantità di tè verde
indicata per dimagrire poiché è difficile stabilire l’efficacia con il
cui il tè verde agisce nel processo di combustione dei grassi.

Quanta teina contiene

Il tè verde contiene
teina (caffeina) così come le altre categorie di tè. È difficile stabilire a
priori quale tè contiene meno teina poiché la sua concentrazione nelle foglie
fresche dipende da molti fattori tra cui le condizioni ambientali in cui cresce
la pianta e il grado di maturazione delle foglie utilizzate. Tuttavia la
quantità di caffeina in tazza dipende anche dalla temperatura di
infusione delle foglie
e quindi possiamo affermare che una tazza di tè verde
che solitamente viene preparato con acqua a 70°-80°C contiene meno caffeina di
una tazza di tè nero che si ottiene infondendo le foglie nell’acqua bollente.

Quando berlo

Il tè verde può
essere bevuto nell’arco di tutta la giornata
. La sua combinazione di
caffeina e L-teanina, un amminoacido che contribuisce a ridurre lo stress
fisico e mentale, lo rendono un ottimo aiuto per la concentrazione e un valido
alleato per le attività di studio e lavoro.

Se volete bere
tè verde come aiuto per il dimagrimento, se ne consiglia l’assunzione dopo i
pasti
.

Il tè verde
non ha particolari controindicazioni; tuttavia contiene caffeina quindi
chi è sensibile a questa sostanza dovrebbe limitarne il consumo, soprattutto
nelle ore serali.

Come si prepara il tè verde in foglie

Si utilizzano
2 grammi di foglie per 200 ml di acqua scaldata a 70°-80°C. Il tempo di
infusione è generalmente di 2-3 minuti. Fanno eccezione i tè verdi giapponesi
pregiati, per i quali si utilizza acqua a 50-60°C e si infondono le foglie per
non più di 1 minuto.

Trattandosi di
un tè non ossidato è fondamentale una corretta preparazione per non
rischiare di estrarre troppi polifenoli che renderebbero il tè amaro e
astringente.

Come preparare il tè in foglia: la guida completa sul nostro blog.

Come conservarlo

Il tè verde si
conserva
in un ambiente fresco, asciutto e al riparo dalla luce. L’ideale è un
barattolo o una busta con chiusura ermetica.

Dove acquistarlo

È possibile acquistare
il tè verde
online sul nostro sito. Il prezzo del tè verde dipende dalla tipologia.
Su Dhyāna abbiamo selezionato pregiato tè verde puro in foglia proveniente da Cina,
Giappone e Nepal e tè verde aromatizzato proveniente dallo Sri Lanka e dall’India.